martedì, settembre 22, 2020
CreuZaDeMa

Elio – “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

8 dicembre 2019 Non solo De Andrè

Informazioni sull'evento

Mappa non disponibile

Data e Ora:
08/12/2019
21:00

Dove:
Teatro Comunale degli Antei
Indirizzo:
via Verdi, 8
Città:
Pratovecchio Stia

Categoria:


Descrizione evento

Elio –  “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

0d3

Andrà infatti in scena “Il Grigio” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, nella drammaturgia e regia di Giorgio Gallione e con uno straordinario protagonista: Elio, storico leader de Le Storie Tese, sempre più di frequente impegnato sui palcoscenici teatrali.

Il Grigio è la storia di un uomo che a un certo punto della sua vita sente il bisogno di allontanarsi da tutto e da tutti, afflitto più da problemi personali che sociali. Si ritira così in campagna per stare tranquillo e concentrarsi meglio su di sé e sui propri problemi. La sua ambita solitudine è però disturbata da un fantomatico topo: è “il grigio”, l’elemento scatenante degli incubi dell’uomo e del suo inesorabile e ironico flusso di coscienza. Falliti i tentativi di catturare il topo con i metodi tradizionali, comincia un lungo duello con l’invisibile nemico. In questa battaglia il nostro protagonista si trova a dovere riflettere su tutte le sue scelte affettive e morali. Il topo forse è un fantasma, forse solo una proiezione, ma lo aiuterà a compiere un percorso verso l’accettazione di ciò che è diverso da lui e la sua tanto agognata fine diventerà un rito per riuscire ad accettare la propria parte nera.

Giorgio Gallione, che nell’ultimo decennio si è confrontato più volte con l’opera di Gaber e Luporini (da “Io quella volta lì avevo venticinque anni” con Claudio Bisio agli spettacoli con Neri Marcorè “Un certo Signor G” ed “Eretici e Corsari”), coltivava da tempo l’idea di mettere in scena questo testo che nel 1988 l’aveva profondamente colpito: «Per me – ha dichiarato – come spettatore e come giovane regista, “Il Grigio” all’epoca fu una rivelazione, un mix geniale di astrazione e immedesimazione». Avvicinandosi oggi a questo capolavoro, con la benevola supervisione della Fondazione Gaber, Gallione ha dato vita a un adattamento in cui una decina di canzoni di Gaber, intersecandosi con il testo originale, ne amplificano le tematiche sottese. I brani sono stati riarrangiati per l’occasione da Paolo Silvestri, già complice delle precedenti incursioni del regista nell’universo gaberiano, utilizzando quattro parti pianistiche: un’ambientazione musicale estremamente contemporanea, perfetta per il talento eccentrico ed irriverente di Elio.


Prossimi eventi

No events in this category

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!