domenica, settembre 20, 2020
CreuZaDeMa

Federico Sirianni presenta l’album Maqroll, con Raffaele Rebaudengo

1 agosto 2020 Non solo De Andrè

Informazioni sull'evento

Sto caricando la mappa ....

Data e Ora:
01/08/2020
21:30

Dove:
Isola delle Chiatte - Porto Antico
Indirizzo:
Lungo il Molo De Andrè
Città:
Genova

Categoria:


Descrizione evento

Federico Sirianni presenta l’album Maqroll, con Raffaele Rebaudengo

0d3

A distanza di quattro anni da Il Santo, album che ha riscosso un ottimo riscontro di pubblico, critica e vendite e che ha ricevuto la Menzione Speciale del Club Tenco per la manifestazione Musica contro le mafie, Federico Sirianni, pluripremiato cantautore genovese, adottato in età adulta da Torino, presenta, sabato 1 agosto 2020 all’Isola delle Chiatte del Porto Antico di Genova, il suo nuovo progetto discografico che vede la produzione artistica di Raffaele Rebaudengo, musicista degli GnuQuartet e di Filippo Quaglia, produttore di musica elettronica.

Si chiama Maqroll, ed è una sorta di “concept album”, con il mare come rumore di fondo, ispirato alle avventure del celebre gabbiere, raccontate nei romanzi dello scrittore colombiano Alvaro Mutis.

Cos’è un gabbiere? Un gabbiere è il marinaio che si occupa di tutto il sistema delle vele di una nave, è quello che passa la maggior parte del tempo di navigazione sull’albero più alto, è quello che vede le cose, la terra, i banchi di pesce, i capodogli, i naufraghi, prima degli altri.

Il gabbiere Maqroll è il testimone dell’incollocabilità, è l’Ulisse che, arrivato a Itaca, decide comunque di imbarcarsi di nuovo e riprendere il viaggio, “per la sola ragione del viaggio” come cantava Fabrizio De Andrè. In questo spettacolo di narrazione e canzoni Maqroll, a bordo di un vecchio cargo mercantile (il cosiddetto “tramp steamer”), osserva la propria condizione esistenziale che è poi quella di tutti gli uomini.

Scrive Alvaro Mutis, nel finale del romanzo “L’ultimo scalo del Tramp Steamer”: Gli uomini cambiano ben poco, anzi rimangono sempre gli stessi: tanto che dal principio dei tempi esiste una sola storia d’amore, che si ripete all’infinito senza perdere la sua terribile semplicità, la sua irrimediabile sventura.


Prossimi eventi

No events in this category

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!