lunedì, settembre 20, 2021
CreuZaDeMa

Khorakhanè e David Riondino

16 settembre 2018 Non solo De Andrè

Informazioni sull'evento

Sto caricando la mappa ....

Data e Ora:
16/09/2018
21:00

Dove:
Teatro Fonderia Leopolda Follonica
Indirizzo:
Largo Felice Cavallotti 1
Città:
Follonica

Categoria:


Descrizione evento

Khorakhanè e David Riondino

1b

Il 19 aprile, al Teatro del Giglio di Lucca, ha debuttato Lo Stallo, il nuovo spettacolo teatrale di Sandro Luporini, pittore e scrittore viareggino che e` stato per oltre trent’anni coautore di Giorgio Gaber e che con lui ha inventato il Teatro Canzone.
Lo spettacolo, un’alternanza di canzoni e monologhi nella tradizione del Teatro Canzone, sara` interpretato da David Riondino, che firma anche la regia, e dalla sorella, Chiara Riondino, cantante dalla voce profonda, potente e straordinariamente espressiva. Con loro sul palco, il gruppo musicale dei Khorakhane` che ha composto le musiche di otto brani e il polistrumentista Luca Ravagni, gia` musicista per Giorgio Gaber. La produzione e` di DeepSide Music e MPL Communication.
Lo Stallo, il cui titolo allude a quella particolare conclusione del gioco degli scacchi in cui «la partita non ha vincitori ne´ vinti, e` immobile, eternamente sospesa», e` il racconto di un uomo che si sente incapace di un gesto qualsiasi che possa ridare un senso al mondo e alla vita.
David e Chiara Riondino, tra serie riflessioni e momenti comici, ci accompagnano in un viaggio nel nostro presente, nelle nostre nevrosi, negli aspetti piu` intimi della vita. La difficolta` di amare, la questione femminile, la mancanza di slanci vitali, la sessualita`, la solitudine, la vecchiaia, il dilagare assurdo e irrazionale della violenza, la morte – sono tutti temi che Luporini, con il suo testo, ci costringe ad affrontare, con analisi spietate e l’intelligente leggerezza dell’ironia.
E cosi`, se all’inizio dello spettacolo ci si chiede se «il buio che vedo e che forse c’e` / non e` nel mio tempo ma e` dentro di me», alla fine si ammette che, seppure messi costantemente alla prova dalla complessita` dell’esistenza, c’e` ancora qualcosa che possiamo fare, qualcosa che dipende soltanto da noi.
Sta a noi decidere di non incolpare il mondo, di non abbandonarci a un pessimismo senza scampo e di uscire con coraggio dalla nostra condizione di stallo, per cantare il piacere – e persino il dovere – di onorare la vita.
E` per dirci questo che, dopo quattordici anni di silenzio, Sandro Luporini, all’eta` di 87 anni, e` tornato a scrivere per il teatro. Per raccontarci, con l’autoironia e la profondita` che per oltre trent’anni hanno emozionato il pubblico italiano, di se´ e di noi.


Prossimi eventi

No events in this category

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi!